Casinò Royale (2006)

Praga, Repubblica Cieca. L’agente James Bond è a caccia di un traditore dell’ MI6 e della qualifica di agente doppio zero. Dopo la conferma del suo status di agente speciale,viene inviato in Africa per tenere sotto controllo un possibile attentatore. Ma James scopre ben altro; dietro l’attentatore c’è tutta un’organizzazione criminale che ha lo scopo di guadagnare in borsa attraverso la vendita allo scoperto di azioni meticolosamente pilotate e destinate al fallimento. Dietro a tutto ciò vi è Le Chiffre,un criminale già conosciuto dall’MI6,con la particolarità di essere un genio matematico. Dopo l’ultima azione di Bond, Le Chiffre perde una gran quantità di denaro non suo, ma dei suoi clienti criminali e per recuperarlo è disposto a tutto, anche ad organizzare un torneo di poker con poste altissime al Casinò Royale, in Montenegro. Naturalmente Bond è l’agente più qualificato per questa missione,  il suo obiettivo sarà sconfiggere Le Chiffre a poker e catturarlo quando non avrà più un posto dove nascondersi.

Casinò Royale è il ventunesimo film della saga 007 e la terza trasposizione cinematografica dell’omonimo libro di Ian Fleming. Per chi non lo sapesse Ian Fleming era un uffciale della Royal Navy britannica,vissuto in Inghilterra tra il 1908 e il 1964. Dopo avere partecipato al secondo conflitto mondiale,si dedicò alla scrittura e proprio dalla sua penna prese vita la spia più famosa di sempre. Il suo primo libro fu proprio Casinò Royale pubblicato nel 1953 e per la prima volta portato sul grande schermo da sei registi  John Houston, Kenneth Hughes, Val Guest, Robert Parrish, Joseph McGrrath nel 1967 con protagonista Peter Sellers nella parte di Bond, e Ursula Andress nella parte di Vesper Lynd. Nella trasposizione cinematografica messa in atto nel 2006 dal regista neozelandese Martin Campbell si può parlare di una vera e propria rinascita del personaggio e della serie in generale. Campbell è riuscito infatti a spogliare Bond delle caratteristiche che gli erano state appioppate nell’era Brosnan post Goldeneye (infatti quest ultimo film è sempre di Campbell). E non era un compito facile visto che le pellicole di Bond si erano ormai ridotte ad essere un abuso di effetti speciali e scene sentimentali portate al limite dell’indecenza  con enormi buchi di sceneggiatura. Per non parlare della sezione Q che ormai era dedita alla magia,più che alla costruzione di oggetti all’avanguardia tecnologica. Quindi Campbell prende il personaggio che ormai era caduto dai cuori di coloro che lo avevano amato, e lo riporta sulla terra rendendolo molto più reale e vero. Fa affidamento ad un attore che all’ora non era molto conosciuto,Daniel Craig, e da molti criticato a priori perché le caratteristiche fisiche non erano quelle adatte. Il primo Bond biondo invece è riuscito a farsi valere e a diventare uno degli attori più pagati e desiderati. L’eleganza e il portamento da vero “lord” inglese( e non solo questo) non passano inosservati, tanto che Craig verrà riconfermato per altri tre film ( e forse 4 leggi le mie news sull’ <a href=”https://tuttimieifilm.wordpress.com/2016/10/31/daniel-craig-007/&#8221; target=”_blank”>argomento</a>) In questo film l’importante personaggio di Vesper Lynd è affidato a Eva Green,conosciuta come la femme fatale del cinema. La ricordiamo nelle pellicole più recenti come “300 L’Alba di un impero” e ” Sin City una donna per cui uccidere”e prima di 007 aveva fatto un film con il regista italiano Bernardo Bertolucci “The Dreamers”. E’ stata molto abile nell’interpretare la donna che ruberà il cuore di Bond, che gli toglie l’armatura (emotiva) di dosso e quasi lo fa rinunciare alla sua vita da spia. Ma per James la vita non può essere così facile, anzi questo segna il preludio di un’esistenza fatta di sofferenze e rimpianti. Da segnalare anche la partecipazione di Giancarlo Giannini nella parte di Renè Mathis,ottima comparsa di un nostro attore in un film così importante (che si ripeterà nel meno fortunato capitolo del 2007), e naturalmente, Madds Mikkelsen,l’attore danese ormai esperto nell’interpretare la parte del personaggio un pò sinistro,oscuro e misterioso (non a caso protagonista di Annibal serie tv)

Annunci

2 thoughts on “Casinò Royale (2006)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...